Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Pali Eolici {xtypo_dropcap}L’{/xtypo_dropcap}unico territorio dove non riescono ad attecchire le imprese del vento è S. Bartolomeo. Certo a guardarsi intorno, sembra quasi che ci sia un recinto di tralicci che delimita appunto il territorio di S. Bartolomeo, dal momento che i paesi limitrofi hanno quasi tutti consentito l’installazione di centrali eoliche. 

Sono 350 i cittadini di S. Bartolomeo che ora manifestano la volontà di accogliere centrali eoliche sul teritorio locale. Hanno creato una associazione denominata «Via col vento» con a capo Celestino D’Onofrio. {xtypo_info}Si punta a favorire gli impianti per la valorizzazione e sviluppo economico locale; riduzione della bolletta Enel; creazione di una carta per sconti del 10% da poter utilizzare presso negozi e punti vendita convenzionati, ad esempio, distributori di gasolio, benzina e metano; possibilità per cittadini ed imprenditori di poter accedere alle quote societarie del soggetto proponente in qualsiasi percentuale. Il comitato intende realizzare anche un aerogeneratore al servizio del comune. {/xtypo_info}Insomma dopo anni di battaglia, attraverso anche una raccolta firme, oggi il no all’eolico si è trasmormato in pareri favorevoli. Gli esperti concordano nel sostenere che le fonti rinnovabili rappresentano il prossimo futuro e che si devono fare i conti con il fatto che il petrolio, entro un massimo 30-40 anni, andrà ad esaurirsi. Premesso che il maggior consumo di petrolio deriva dai trasporti oltre ad intervenire sul miglioramento delle tecnologie nel settore automobilistico, l’Unione europea indica che l’Italia avrebbe dovuto ridurre del 13% le emissioni atmosferiche, pari a 37 milioni di tonnellate di CO2, entro il 2007. Per raggiungere questi parametri sembra quindi che l’unica strada possibile è quella di ricorrere alle fonti rinnovabili. Certo, tra le ragioni del ritardo, al primo posto vi è l’impatto sul paesaggio delle centrali a vento. Ma si crede ormai che con una oculata pianificazione si possono raggiungere ottimi risultati.

di C.A. da "IL MATTINO" del 25/11/07