Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Oggi 9 gennaio, in seguito alla decisione presa durante l’Assemblea d’Istituto straordinaria tenutasi martedì nei locali del Teatro Comunale di San Bartolomeo in Galdo, gli studenti dell’Istituto “E. Medi” hanno dato vita alla prima manifestazione contro il Piano di Organizzazione della Rete Scolastica approvato dalla Giunta Provinciale il 3 gennaio.

Il corteo si è radunato dinanzi alla sede del Liceo Scientifico in mattinata per poi percorrere le principali strade del paese. Sono stati, inoltre, allestiti degli stand di carattere informativo nei quali si sta procedendo ad una raccolta di firme “con l’obbiettivo – scrive il comitato studentesco AutonoMedi – di scuotere le coscienze dei membri della Giunta Provinciale, autori di questa ingiustizia”. 

Il Comitato ha, contemporaneamente, occupato l’aula consiliare del Comune di San Bartolomeo in Galdo, collocandovi la propria sede operativa. 
“Siamo intenzionati – dichiarano gli studenti – ad esternare tutto il nostro dissenso e la nostra indignazione prolungando la manifestazione per l’intera giornata odierna e anche nei giorni a venire. Qualora l’incontro tra il sindaco di San Bartolomeo e il presidente della Provincia, che si terrà alle 15, non dovesse produrre gli effetti sperati non escludiamo la possibilità di spostare i presidi direttamente sotto la Rocca dei Rettori”. 
“In ultima analisi – conclude il comitato -, non vogliamo assolutamente che la questione inerente l’accorpamento del “Medi” al “Livatino” passi in secondo piano, offuscata dagli eventi di cronaca giudiziaria che hanno catalizzato l’attenzione dei media e dell’intera politica beneventana, relegandoci ancora, e per l’ennesima volta, alla disattenzione generale”.

 

fonte: il Quaderno