Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Padre Egidio, al secolo Michelino è nato a San Bartolomeo in Galdo da Salvatore e Mazzilli Immacolata, il 5 febbraio 1920. L’1 ottobre 1972 viene nominato, dalla Congregazione per L’Educazione Cattolica docente di Organo Liturgico e accompagnamento gregoriano presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra, già alunno ordinario del Pontificio Istituto di Musica Sacra dal 1944 al 1949, dove al termine degli studi ha conseguito i seguenti gradi accademici: a) 21/6/1946 – Licenza in Canto Gregoriano (magna cum laude), il 1 luglio 1948 – Licenza in Composizione Sacra (cum laude probatus), il 24/6/1949 – Magistero in Composizione Sacra (mangna cum laude probatus).

Ha completato con esito brillante tutte le prove di esame per il conseguimento del Magistero in Canto Gregoriano. Ha perfezionato la sua preparazione in organo conseguendo presso il Conservatorio di Santa Cecilia il Diploma di Organo e Composizione Organistica (26/06/1952). Nel 1979 con rescritto n° 1042/72/39 della Congregazione per l’Educazione Cattolica viene nominato Docente Ordinario. Tra i vari incarichi si ricordano: l’insegnamento della polifonia, canto gregoriano e organo presso l’Istituto Pedagogico Internazionale di Grottaferrata e, dal 1951 al 1982, ebbe l’incarico a Santa Maria Mediatrice nella Curia generale dei frati minori come maestro del coro e organista. Ma queste impegnative mansioni non gli fecero tralasciare l’attività concertistica: ebbe importanti impegni sia come concertista che come collaudatore di organi sia in Italia che all’estero. Non tralasciò, anche se dedito all’attività organistica, la composizione sacra con messe, salmi e mottetti per organo. Al suo attivo vantava più di cento concerti e decine di strumenti da lui progettati e collaudati. Presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra dal 1977 al 1981 ricopri la carica di Prefetto degli Studi, dove si impegnò molto per risolvere vari problemi organizzativi e didattici. Al Pontificio Istituto eseguì musiche antiche, con relative note storiche, sull’organo del ‘700, costruito da Filippo Testa e il tutto trasmesso via radio e TV più volte. Ebbe la Direzione del Canto Gregoriano nella Basilica di San Pietro in Vaticano in occasione della celebrazione, presieduta dal Santo Padre, per gli alunni delle Università Ecclesiastiche il 23/10/1981, dove ricevette i complimenti da parte dell’allora cerimoniere pontificio Mons. Virgilio Noè. Partecipò ai Festival di Organo di Arezzo, Fano e Norimberga. Prese parte a varie trasmissioni della Radio e della Televisione Italiana, della Radio di Norimberga, ed incise musiche d’Organo per colonne sonore di Films. E’ stato membro del Segretariato Organisti Italiano (A.I.S.C.) e della Commissione Liturgica, sezione musica sacra, per la Diocesi di Roma. Collaborò per tanti anni con la Famiglia Organaria Mascioni di Cuvio, progettando organi tra cui il monumentale organo nella chiesa dei Frati Minori di San Bartolomeo in Galdo. Morì l’8 agosto 1989 presso l’Ospedale “Regina Apostolorum” di Albano Laziale. Tra i suoi allievi vi è l’attuale Preside del Pontificio Consiglio di Musica Sacra: Mons. Valentino Miserachs Grau. A Padre Egidio il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento ha intitolato un’aula didattica, quale riconoscimento dei suoi altissimi meriti musicali.