“Principi di Rianimazione Cardiopolmonare di Base e Defibrillazione Precoce”, questo il tema trattato durante l’incontro tenutosi al Teatro Comunale di San Bartolomeo in Galdo a cura del Dipartimento di Anestesia, Terapia Intensiva e Medicina del Dolore Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II di Campobasso e rivolto ai giovani del Liceo Scientifico e dell’Istituto Comprensivo.

Organizzato dal presidente dalla locale Associazione di Volontariato Griuppo Emergenze di S.Bartolomeo, Raffele Palumbo, nonché paramedico presso la Cattolica di Campobasso, l’incontro si è distinto per l’attenta partecipazione dei giovani cui sono state impartite lezioni di primo soccorso ed in modo particolare su come praticare la rianimazione cardioppolmonare e il defibrillatore in dotazione negli istituti scolastici. Dopo il saluto del sindaco Gianfranco Marcasciano, ad aprire i lavori è stato il Cardiochirurgo dott. Michele Resler, che ha introdotto l’argomento sulla rianimazione, sono seguiti i consigli del Dott. Leonardo Palumbo, anestesia e terapia del dolore, quindi del dott. Nicola Camposarcone, dirigente medico terapia del dolore ed infine la dottoressa Beatrice Bao, pediatria, ed infine per la parte pratica su manichino, Antonio Boccari, tutti della Università Cattolica di Campobasso. L’interrogativo su cui presenti si sono soffermati è “La rianimazione precoce può salvare la vita? I dati sono allarmenti, ogni anno oltre 60˙000 persone sono colpite da un arresto cardiaco. Purtroppo le percentuali di sopravvivenza nei pazienti vittime di arresto cardiaco extra-ospedaliero sono molto basse. Tuttavia, se la rianimazione cardiopolmonare (RCP) viene iniziata subito da un testimone, le possibilità di sopravvivenza raddoppiano. Questo dato è molto importante, perché in caso di arresto cardiaco i testimoni presenti potrebbero iniziare subito la RCP e la percentuale di salvare una una vita aumenta, questo non accade perchè la maggior parte dei cittadini italiani non sa come iniziare le manovre di Rianimazione.

fonte: Samnium.info