San Bartolomeo in Galdo, il Comune chiede all’Asl di potenziare i servizi di specialistica ambulatoriale. 

Potenziare i servizi di specialistica ambulatoriale. E’ la richiesta che il Comune di San Bartolomeo in Galdo, guidato dal sindaco Gianfranco Marcasciano, ha avanzato al direttore generale dell’Asl di Benevento, Mino Ventucci, in merito al distretto sanitario nord est nel centro fortorino. A confermarlo è una delibera di giunta dello scorso dicembre, nella quale il primo cittadino chiede al manager – sulla scorta delle esigenze della popolazione – l’istituzione di ulteriori branche come neurologia, ortopedia, fisiatria, reumatologia e chirurgia. Non solo. Marcasciano chiederà all’azienda sanitaria locale un apposito macchinario di sviluppistica digitale, in modo da permettere un miglior funzionamento di Radiologia, nonché interventi di coordinamento per una maggiore collaborazione tra il Psaut e il reparto stesso. Secondo quanto scritto nel documento dell’esecutivo, il potenziamento della specialistica ambulatoriale rappresenta un servizio di fondamentale importanza per la cittadinanza fortorina. 

fonte: ntr24.tv