Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Due gli incontri previsti nei prossimi giorni uno a San Bartolomeo in Galdo ed uno a Molinara messi in piedi dalla Comunità Montana del Fortore sui danni che l’agricoltura ha subito dopo l’alluvione.
La Comunità Montana del Fortore ha organizzato due incontri divulgativi in merito alla dichiarazione dello stato di calamità naturale per i danni in agricoltura che è seguita agli eventi alluvionali dal 14 al 20 ottobre 2015. Il primo incontro si svolgerà martedì 16 febbraio alle ore 17,00 nell’aula consiliare della Comunità Montana del Fortore a San Bartolomeo in Galdo e coinvolgerà i sindaci, le organizzazioni di categoria ed i soggetti interessati dei comuni di Baselice, Castelfranco in Miscano, Castelvetere in Valfortore, Montefalcone di Valfortore, Ginestra degli Schiavoni e San Bartolomeo in Galdo.
Il secondo incontro si svolgerà il 18 febbraio alle ore 17,00 nell’aula consiliare del comune di Molinara e sarà riservato ai Comuni di Apice, Buonalbego, Foiano di Valfortore, Molinara, San Marco dei Cavoti e San Giorgio la Molara.
“Entrambi gli incontri – ha affermato il presidente dell’Ente montana Zaccaria Spina – sono stati organizzati dal responsabile della struttura tecnica Pietro Giallonardo che sarà affiancato da funzionari regionali per fornire tutti i chiarimenti e delucidazioni in merito alle modalità di presentazione delle istanze tese ad ottenere i benefici previsti dalla legge 102/2004 e ss.mm.ii. Ricordiamo – ha concluso Spina – che le domande da parte dei titolari di aziende agricole devono essere inoltrate alla Comunità Montana entro 45 giorni dalla pubblicazione del Decreto del Ministro dell’Agricoltura che è avvenuta sulla G.U. in data 18.01.2016 e che tutte le informazioni possono essere reperite sul sito istituzionale o presso la struttura dell’Ente”.

Foto: Vintangelo Pepe (fiume Fortore in piena Ottobre 2015) 

Fonte: ilquaderno.it