Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Finanziata la strategia di sviluppo comune presentata alla Regione Campania dal Gal Taburno e dal Gal Fortore, ora uniti in una nuova Associazione Temporanea di Imprese (ATI) per rendere più competitivi i rispettivi territori in vista della programmazione del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020. Con decreto firmato oggi, giovedì 30 marzo 2017, la Regione stanzia infatti all’ATI Gal Taburno-Fortore 8 milioni di euro per avviare una politica di rigenerazione economica in uno dei territori a vocazione agricola più importanti della Campania. Guidata dal Gal Taburno, l’ATI copre un comprensorio di più di 50 comuni con aree di eccellenza come le valli Caudina, Telesina e Vitulanese, le colline beneventane e le terre fortorine.
 
“Abbiamo posto le condizioni – dichiara Mario Grasso, presidente del Gal Taburno – per disegnare un autentico e concreto strumento di azione partecipativa di rilancio di quest’area. Il Gal Taburno e Fortore riunisce comuni, enti locali e imprese allo scopo di creare reddito e nuovi posti di lavoro rafforzando le economie locali anche alla luce della maggiore potenzialità attrattiva di risorse che insieme si riesce a mettere in campo”.
 
“Sono entusiasta di questo risultato – aggiunge Francesco Sossi, presidente del Gal Fortore – le sfide cominciano adesso. Messi da parte i campanilismi a vantaggio del benessere di comunità più estese, abbiamo ora la possibilità di mostrare l’efficacia economica e sociale di un modello di azione partecipata per lo sviluppo delle aree interne”.
 
Fonte: tvsette.net