Puoi leggerlo in circa 3 minuti :::

Questo nostro progetto vedrà presto la luce. Tra qualche settimana manderemo in stampa “Un paese ci vuole”. Chiunque voglia può darci fiducia prenotando la propria copia inviando un messaggio in privato o contattando l’associazione “I sogni di Davide Onlus”.

Dal blog di Anna Evangelista:

>>Giovani che non smettono di credere nei propri sogni, menti che hanno creduto in un progetto, finalmente lo stanno concretizzando nella pubblicazione di un libro: Un Paese ci vuole. Il loro duro lavoro li ha portati ad impegnarsi, a crescere, significando un’occasione di arricchimento per sé e per gli altri. Nove studenti del Liceo Scientifico “Enrico Medi” di San Bartolomeo in Galdo (BN) si sono messi in gioco, attraverso l’alternanza scuola/lavoro, insieme all’Associazione “I Sogni di Davide ONLUS”; dallo scorso Luglio 2017 lavorano a quello che è il libro che a breve verrà mandato in stampa. Il libro racchiude circa trentotto storie reali di persone originarie e non di San Bartolomeo, che hanno voluto sognare di giorno in questo paese, creando il proprio futuro, la propria famiglia, il proprio lavoro. E’ il racconto del loro mettersi in gioco, della loro fiducia in un paese che non è destinato a morire, il credere nei propri sogni scegliendo come sfondo il nostro paese.
Noi ragazzi (sì, anch’io) ci siamo messi in ascolto di tante persone, scoprendo la loro storia e imparando lezioni di vita importanti.  Con gioia e, a volte, con fatica, ci siamo messi a tavolino per trasformare le risposte ricevute durante le interviste, in racconti capaci di narrare ciò che abbiamo visto negli occhi di quelle persone, i loro progetti che si sono trasformati in realtà, in futuro, al sapore intenso di coraggio.
Credo, anche se sono di parte, che questo libro possa donare un nuovo sguardo sul paese, e chi lo leggerà potrà osservarlo da una nuova angolazione, e dire con lettere stampate che la propria vita può essere vissuta qui.
Ci sono poche opportunità di realizzarsi in San Bartolomeo?-ci chiediamo- questo è possibile, ma è non già detto che non possiamo essere noi i creatori di quelle stesse opportunità che cerchiamo! Io penso che possiamo crearne, come hanno fatto le persone che ho conosciuto grazie a questo progetto.
Esse hanno investito tanto della propria vita, tanto dei propri risparmi per creare del nuovo in un paese che per molti è creduto in fin di vita.
La scoperta più importante che ha significato molto per me, per noi, la racconta Cesare Pavese ne “La luna e i falò“:

“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti

Un Paese ci vuole è il motto che esprime ciò in cui noi ragazzi crediamo e che vogliamo trasmettere anche agli altri. Crederci in tanti di più, infatti, è meglio!
La squadra del progetto, guidata e arricchita da Luca Picciuto, è formata da Alessandro Lettieri, Antonietta Picciuto, Antonio Cirocco, Maria Lupo, Fabio Petrilli, Marzia Mongella, Vitangelo Picciuto, Francesca Colella,  e da me, Anna Evangelista.
Nei prossimi giorni vi informerò sulla serata di presentazione del libro che non nasce da presunzione, ma è frutto di passioni, di condivisione di intenti, di sogni, di storie…e di tanta creatività!
Se desiderate sostenere il nostro progetto, potete acquistare in pre-ordine il libro “Un Paese ci vuole”, scrivendo nella sezione “Contatti” di questo blog, oppure visitando la nostra pagina Facebook ufficiale “Un Paese ci vuole” oppure la pagina dell’ Associazione “I sogni di Davide”, dove potete mandarci un messaggio. Grazie!>>

Fonte: Pagina facebook “Un Paese Ci Vuole”