Il bimestre aprile – maggio 2018 è stato infausto demograficamente per San Bartolomeo in Galdo. Siamo scesi sotto la soglia dei 4700 abitanti, in realtà saremmo già scesi lo scorso anno, se non fosse stato per l’iniezione demografica dello scorso novembre, quando ben 35 migranti presero la residenza nel borgo. Il dato di aprile – maggio lascia poco margine alla speranza, gli abitanti del borgo sono 4691, ma sono le sole 2 nascite a preoccupare, che non vanno a bilanciare i ben 15 decessi, gli iscritti all’anagrafe sono 8, ma le cancellazioni sono il doppio 16. Dall’inizio dell’anno abbiamo perso quasi 50 abitanti. Mantenendo questo tasso di spopolamento, ci estingueremo fra 46 anni.

I nostri vicini di Baselice, sorprendentemente stanno meglio, il bimestre aprile – maggio si chiude per loro in modo estremamente positivo. Vi è stato un aumento di 3 abitanti 2299, dovuto ad un +3 nella differenza tra nuovi nati e morti nel mese di maggio. 4 nascite, 2 decessi, 4 iscritti all’anagrafe e 3 cancellazioni. Poca cosa, ma ci appigliamo a piccoli segnali positivi che danno speranza alla resilienza della nostra valle.

Castelvetere in Valfortore continua ad avere il numero 1 nella casella nascite dall’inizio dell’anno, ma aiutato anche da un tasso di decessi molto basso e da un saldo quasi in pareggio tra iscritti e cancellati dall’anagrafe, dopo il primo bimestre dell’anno particolarmente negativo, sembra essersi stabilizzato sui 1150 abitanti, a fine maggio erano 1148.

Foiano di Valfortore perde 2 abitanti nel bimestre in esame. A fronte delle 2 nascite, lo stesso numero di SBiG con poco più di ¼ della popolazione, vi sono stati 5 decessi. Ciò che colpisce è l’altalena delle cancellazioni ed iscrizioni all’anagrafe, nel mese di aprile il saldo tra iscritti e cancellati si è chiuso con un -5, a maggio ben 6 persone a fronte di nessuna cancellazione si sono iscritte nei registri anagrafici. In cinque mesi Foiano ha perso “solo” 7 abitanti, a fine maggio registrava 1396 abitanti.

Montefalcone perde solo 6 abitanti dall’inizio dell’anno, a fine maggio si attesta su 1449, ciò che amareggia è lo 0 nella casella delle nascite da inizio anno. Il bimestre in oggetto si è chiuso con 0 nascite, 4 decessi, 4 iscritti all’anagrafe ed una sola cancellazione.

San Marco dei Cavoti perde altri 10 abitanti nel bimestre aprile maggio; si attesta a 3265 abitanti dovute ad una nascita, che fa il paio con l’unica altra nascita del primo trimestre, ben 9 decessi, 9 anche le cancellazioni dai registri anagrafici a fronte dei 6 iscritti. Ancora una volta sorge il dubbio che la strada Fortorina non serva per togliere il paese dall’isolamento, ma per permettere ai sammarchesi di andarsene più velocemente dal borgo.

Tufara Valfortore dopo la sola nascita dell’intero 2017, nei primi cinque mesi del 2018 ha un 100% in più nella casella nascite, a quella del primo trimestre va ad aggiungersi la nascita di aprile, auguri ai genitori ed auguri al paese. Senza particolari scossoni, Tufara si spegne lentamente, perde 1 abitante al mese, continuando così l’ultimo abitante del borgo chiuderà la porta ed il paese fra 73 anni e cinque mesi, nel 2091, 6 anni prima che la Lega Nord estingua il suo debito con il Fisco italiano.

Roseto Valfortore fa registrare un + 4 nel bimestre, dovuto a 2 nascite, 2 soli decessi e 4 iscritti all’anagrafe ed una sola cancellazione. 1066 abitanti, 66 sopra la soglia psicologica dei mille abitanti.

San Marco la Catola resta ancorata alla sola nascita di febbraio, 974 abitanti, ma grazie ai migranti e alle 24 iscrizioni al registro anagrafico fa registrare un +10 dall’inizio dell’anno.

Volturara Appula paese del Presidente Conte nei primi 5 mesi dell’anno fa registrare una sola nascita, ma anche una sola morte. 5 iscritti e cinque cancellazioni un bilancio in perfetto pareggio per un 401 che lo fa sembrare una metropoli se raffrontato ai 156 abitanti di Celle San Vito.

Volturino resiste, dall’inizio dell’anno perde solo 5 abitanti, ma nei primi cinque mesi fa registra re 6 nascite e ben 13 iscritti all’anagrafe. Assestandosi a 1674 abitanti.

Alberona perde circa 20 abitanti dall’inizio dell’anno, registrando 938 abitanti. Nei primi 5 mesi vi sono state 2 nascite, 8 morti, due soli iscritti all’anagrafe a fronte di ben 16 cancellazioni.

Biccari perde ben 8 abitanti in questo bimestre, attestandosi a 2760 abitanti. Buono il numero delle nascite, 10 come San Bartolomeo, pur avendo 2000 abitanti in meno. Se il saldo nascite morti è stato di un +2, il saldo tra iscritti e cancellazioni ha fatto registrare un -10 nel bimestre.

Considerazioni: mentre scrivevo queste poche righe, la popolazione mondiale è passata da 7657092321 a 7657094927, nel mondo ci sono 2606 bambini in più, confido che prima o poi qualcuno verrà da noi.