Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Lunedì 29 giugno 2020 è stata una data importante per SBiG e per l’intera Valfortore. Sono arrivati i primi pellegrini del neonato Cammino di San Giovanni da Tufara. Capitanati dal parroco di Castelvetere in Val Fortore don Armando Valerino, cinque giovanissimi pellegrini della sua parrocchia hanno percorso i circa 50 chilometri del cammino che si snoda in quattro tappe e ripercorre i luoghi di San Giovanni Eremita.

Si è partiti da Tufara Valfortore luogo natale di Giovanni e si è arrivati a Castelvetere, da Castelvetere il giorno successivo si è raggiunto Baselice altro luogo di romitaggio di Giovanni, da Baselice alla vecchia abbazia di San Giovanni a Mazzocca e come ultima tappa si è arrivati a San Bartolomeo dove sono conservate le reliquie del Santo.

Durante la messa vespertina di martedì 30 giugno, il parroco della cattedrale di San Bartolomeo Apostolo don Gianluca Spagnuolo ha apposto l’ultimo timbro sulla credenziale ed ha consegnato il testimonium ai 6 pellegrini con una solenne benedizione.

Nasce così a distanza di un anno dal nostro auspicio https://sanbartolomeo.info/2019/06/cammino-della-valfortore-e-dei-monti-dauni-settentrionali-sulle-tracce-di-san-pio-da-pietrelcina-e-di-san-michele-arcangelo/

il primo cammino della Valfortore sotto la protezione del nostro Santo.

La grafica e la stampa del Testimonium è stata offerta dalla Go-Web alla quale va il mio ringraziamento e quello del parroco don Gianluca.