12.3 C
San Bartolomeo in Galdo
martedì, 26 Ottobre 2021

Acquista la tua casa a San Bartolomeo in Galdo a partire da solo 1 euro

Valfortore e Monti Dauni 2020: la pandemia non frena lo spopolamento

Nel 2019 hanno lasciato, per morte o per emigrazione, la Valfortore ed alcuni paesi dei Monti Dauni da noi esaminati 462 persone. Erroneamente pensavamo, o forse speravamo, che la pandemia bloccasse il flusso in uscita nel 2020.

Il ragionamento era semplice: la pandemia è mondiale, si è visto che uno dei pochi rimedi, prima del vaccino, era il distanziamento sociale, quali migliori luoghi delle nostre zone, dove la densità di popolazione si attesta sulle 33 persone per chilometro quadrato, è ideale per evitare i contagi e i rischi della malattia?

Il ragionamento si è dimostrato davvero semplicistico, ed è stato smentito dai numeri.

Nel 2019, anno pre pandemico, dai 14 paesi da noi esaminati, sono andate via 462 persone, nel 2020 anno segnato dal covid-19 sono andate via dalle nostre zone, restando invariato il numero dei morti, 461 persone.

Come scritto nel report di febbraio, Baselice subisce nel 2020 un decremento di ben 53 abitanti, in valore assoluto superato solo dal decremento di San Bartolomeo che ne perde 57. Il nostro centro risente in positivo della pandemia, nel 2019 registrò un decremento di 79 abitanti.

A Foiano l’effetto elezioni, con i soliti cambi di residenza, nel mese di dicembre è stato quasi annullato. Le cancellazioni dai registri anagrafici riportano un -7, non compensati dall’unica iscrizione, che unite alle 4 morti di dicembre attestano i nostri vicini ben al di sotto dei 1400, 1381 per esser precisi.

Molinara in due anni perde 100 abitanti, eppure, come Foiano, ha un ottimo sindaco Peppe Addabbo, ma è evidente che i miracoli i sindaci non possono farli. Ciò vale anche per Biccari, dove l’immenso Mignogna, classificatosi con merito al quinto posto tra i primi cittadini più virtuosi d’Italia, dietro sindaci del calibro di Sebastiano Venezia, Isabella Conti, probabile futuro sindaco di Bologna, Paolo Erba e Rosanna Mazzia, veri e propri giganti delle piccole amministrazioni, non è riuscito a frenare lo spopolamento, perdendo 30 abitanti in questo 2020, rispetto ai 22 del 2019.

Rattrista lo 0 nella casella delle nascite di Alberona. E’ la prima volta da quando ci interessiamo alla demografia di questi paesini, che in un anno non nasce nessuno in un borgo.

Anche per il piccolo gioiello che è diventato Roseto, vi invito a visitarlo, il 2020 è stato peggiore del 2019. Perde 43 abitanti e si attesta a sole 7 unità dalla soglia psicologica dei 1000.

In un mondo dove la demografia è in sofferenza, e si continuano a rivedere al ribasso le stime della popolazione mondiale, la piccola enclave della Valfortore e dei Monti Dauni, subisce un altro grave colpo in questo 2020.

Qualche anno fa, il sindaco di Ventotene, per cercare di mantenere aperte le scuole sull’isola, decise per una politica di accoglienza a famiglie migranti. Ma il vento che soffiava in quegli anni fece diga. Ed allora non se ne fece nulla. Ricordo una laconica frase del sindaco: “Purtroppo la gente non ha ben compreso che i servizi arrivano dove c’è la popolazione”.

Ciò che sta succedendo a noi, perdiamo popolazione e assistiamo ad uno smantellamento sistematico dei servizi (che sia la Guardia di Finanza, o i pompieri, o una classe della scuola, una guardia medica etc.), perdiamo servizi e automaticamente perdiamo popolazione, è un cane che si morde la coda, al quale bisognerà porre rimedio più prima che poi, per non vedere trasformati i sindaci, da amministratori a semplici commissari liquidatori di questi piccoli paesi.

Articoli Correlati

Rispondi

Meteo SBiG

San Bartolomeo in Galdo
cielo coperto
12.3 ° C
13.1 °
12.3 °
83 %
1.5kmh
100 %
Mar
12 °
Mer
13 °
Gio
15 °
Ven
12 °
Sab
16 °

Consigli per la lettura