18.7 C
San Bartolomeo in Galdo
martedì, 15 Giugno 2021

Eolico: la Valfortore ha già dato.

Le priorità per l’ambiente del ministro per la Transizione Ecologica Cingolani sono rendere più spedite le procedure per installare nuove pale eoliche. Tutto qua! Facendosi scudo del classico detto: “Ce lo chiede l’Europa” e “Lo facciamo per il bene delle generazioni successive”, il ministro “verde” vuole piantare nuove torri.

Se proprio necessario, piantiamole queste pale eoliche, ma facciamolo in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale.

Nell’Italia settentrionale il parco eolico più grande è quello di Casoni di Romagna ubicato sull’appennino tosco-emiliano nei paesi di Monterenzio e Castel del Rio. Il parco è composto da 16 aerogeneratori per una potenza totale installata di 12,8 MW, su un territorio di circa 157 chilometri quadrati. Tutto sommato un compromesso accettabile tra produzione di energia eolica e impatto sul territorio. Probabilmente il parco eolico di Casoni di Romagna ha la possibilità di ospitare altre turbine.

C’è uno studio dell’Università del Sussex nel quale si rileva che l’energia del vento in Europa è poco sfruttata, se si installassero pale eoliche sul 46% del territorio europeo “vocato” alla produzione di energia eolica basterebbe al fabbisogno di energia mondiale.

Le aree disponibili in Europa permetterebbero l’installazione di 11,6 milioni di macchine, per una produzione totale di 52.500 GW.

1 MW di potenza installata ogni 16 abitanti europei e nel mondo non ci sarebbe più bisogno di fonti fossili e nucleare per produrre energia.

Un’utopia? Assolutamente no.

La produzione di 1 MW ogni 16 abitanti è già realtà a Foiano Valfortore, dove la potenza installata su 87 aerogeneratori è di 82,500 MW, gli abitanti nel febbraio 2021 ammontavano a 1379 unità ed il conto è presto fatto, a Foiano vi è una potenza installata di 0,97 MW di energia per 16 abitanti.

Diverso il caso di Monterenzio e Castel del Rio, dove a fronte dei 12,8 MW di potenza installata vi sono 7388 abitanti, per una produzione/potenza installata di 0,02 MW.

In conclusione possiamo dire che il territorio di Foiano Valfortore ha già versato e l’installazione di un aerogeneratore in più è uno sfregio al territorio, invece a Casoni di Romagna c’è ancora spazio per i tralicci.

Voi credete che Cingolani o il Presidente di Legambiente nazionale quando parlano di nuove installazioni, pensino a Montalcino, Recanati, Todi o non piuttosto Bosco Montauro, Foiano, Baselice e tutta la Valfortore?

Articoli Correlati

Rispondi

Meteo SBiG

San Bartolomeo in Galdo
poche nuvole
18.7 ° C
18.7 °
18.7 °
46 %
0.8kmh
19 %
Mar
19 °
Mer
27 °
Gio
30 °
Ven
30 °
Sab
33 °

Consigli per la lettura