Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

Espletati al Comune due concorsi, uno interno per la copertura di un posto di istruttore direttivo-area servizi demografici, informazione, trasparenza, pubbliche relazioni, servizi sociali (settima qualifica), l’altro per l’assunzione di un architetto da assegnare all’Ufficio tecnico, con responsabilità dell’area progettuale e di pianificazione del territorio.

Del primo concorso, bandito nel ’99, per soli titoli e integrato da esami orali è risultato vincitore il dott. Michele Pizzi, unico concorrente peraltro.
Per il concorso di architetto, la commissione composta dal presidente Carlo Clemente, dall’avv. Camillo Cancellario e dall’arch. Franco Bove componenti, segretaria Adele Catullo, ha pubblicato la graduatoria che vede al primo posto l’arch. Fabiano Reino (84,5 punti), seguito dall’arch. Lina Di Iesi (71 punti) e dall’arch. Vittorio Corridori (69 punti).
Il vincitore Reino, unitamente alla collega Di Iesi, già hanno lavorato e lavorano con l’Ente sulla base di convenzioni. Non è prevedibile comunque se l’assunzione del tecnico avverrà all’inizio del nuovo anno o più tardi: tutto dipenderà da quanto sarà iscritto nel Bilancio finanziario dell’anno 2003, relativamente alle uscite per le spese obbligatorie, quelle specificamente occorrenti per il pagamento delle spettanze al personale.
Ovviamente è auspicabile che si arrivi presto alla copertura del posto di architetto nell’Ufficio tecnico, che negli ultimi tempi è stato potenziato al punto che già dispone di due ingegneri e di un geometra nelle persone rispettivamente di Giovanni Diurno, Vincenzo D’Onofrio e Bartolomeo Cifelli, laddove in precedenza era stato retto dal solo geometra Donato Agostinelli.
La struttura tecnica comunale sarà così al completo e sarà in grado di operare, evitando anche all’Ente spese straordinarie per convenzioni con professionisti esterni.