Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Tra le opere appaltate a suo tempo ed in corso di completamento riferiamo sulla ristrutturazione del Centro sociale comunale di Rione Ianziti, sul completamento delle opere interne all’asilo nido, ubicato sulla strada provinciale per Castelvetere in Valfortore, e sulla rete idrica rurale.

Tra le opere appaltate a suo tempo ed in corso di completamento riferiamo sulla ristrutturazione del Centro sociale comunale di Rione Ianziti, sul completamento delle opere interne all’asilo nido, ubicato sulla strada provinciale per Castelvetere in Valfortore, e sulla rete idrica rurale. Il progetto del Centro sociale fu elaborato dall’ing. Giovanni Pepe, per un importo complessivo rideterminato sull’esito di gara di 155.770,56 Euro. I lavori appaltati alla ditta Cerro Vincenzo sono in corso di esecuzione e finanziati con fondi P.O.R. Regione Campania, Misura 4.20. Il progetto per le opere interne all’asilo nido fu stilato dall’ing. Salvatore Pizzi (eletto consigliere comunale nella tornata ultima elettorale per il rinnovo del civico Consesso nella lista perdente “Cristiani popolari”, capeggiata dal geologo Carmelo Cifelli), per un importo di 154.937,07 Euro. I lavori furono appaltati all’impresa Italbilding di Circello e sono in corso di ultimazione. Sono finanziati tramite un mutuo contratto con la Cassa Depositi e Prestiti e con un contributo della Regione Campania, ai sensi della Legge 50/85. Il Centro sociale, ubicato nella zona di nuova espansione, nei pressi del Centro commerciale ed artigianato, e tra i fabbricati dell’Istituto Case Popolari, serve per riunioni, convegni e tavole rotonde. È gestito direttamente dal Consesso civico locale. Aveva bisogno di una ristrutturazione, dopo tanti anni dalla sua realizzazione, per essere reso più accogliente. Inoltre, sono in corso di completamento i lavori della rete di adduzione all’acquedotto rurale Incoronata – Piano Ospedale. Il progetto fu elaborato dall’ing. Carlo Camilleri e dal geom. Vincenzo Caroscio per un importo complessivo di 210.214,18 Euro. Il finanziamento era quello del P.O.R. della Regione Campania, Misura 4.20 del Decreto n.150 del 19 settembre 2003. L’importo dei lavori a base d’asta era di Euro 168.331,21, mentre quello per oneri di sicurezza del cantiere di 2.112,59 Euro. La gara d’appalto del pubblico incanto dei lavori, espletata alcuni mesi addietro, fu aggiudicata alla ditta Michele Buccione per l’importo di 103.924,33 Euro, al netto del ribasso del 38,262% oltre i menzionati oneri già citati per la sicurezza del cantiere. Avevano partecipato alla gara undici Ditte.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”