Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Dettagliata relazione dei responsabili dell’Ufficio di Ragioneria agli amministratori.

Su richiesta del neo sindaco Donato Agostinelli e della Giunta esecutiva, i Responsabili dell’Ufficio di ragioneria del Comune di San Bartolomeo in Galdo hanno relazionato sugli impegni più consistenti del Bilancio comunale. “In riferimento alla richiesta – asseriscono i contabili -, con atto n.61 del primo aprile 2004 è stato approvato il Bilancio di previsione 2004, unitamente alla programmazione triennale per le Opere Pubbliche. Il documento finanziario prevede risultanze a pareggio di Euro 20.466.821,24”. Poi dicono che, con atto n.132 del 28/05/04, è stato varato il Conto consuntivo 2003 con un avanzo di amministrazione di Euro 119.050,42 destinato con lo stesso atto, maggiormente nella parte in conto capitale, nel modo seguente: riparazioni strade, fornitura e messa in opera di ascensore all’interno della Casa comunale, completamento della fornitura e posa in opera di condizionatori d’aria negli uffici comunali, indennità di esproprio e frazionamento e per altri piccoli interventi. Questi, intanto, gli impegni espressi in Euro più consistenti fino alla fine dell’anno, a conoscenza dell’Ufficio ragioneria: 770 mila circa per stipendi ai dipendenti luglio-dicembre; 48 mila per rimozione neve; 80 mila per pubblica illuminazione maggio-dicembre; 20 mila per mense scolastiche ottobre-dicembre; 50 mila per gasolio eccetera giugno-dicembre; 24 mila per cimitero (canone mantenimento); 105.550,00 per nettezza urbana, smaltimento sino al 31/12/04; 30 mila per trasporto al 31/12/04; 84 mila per spazzamento giugno-dicembre; 30 mila per quote consortili; 32 mila per computer e fotocopiatrici, 34 mila per ascensore; 20 mila per condizionatori. I due impiegati dell’Ufficio ragioneria, inoltre, fanno presente che l’Ente è tenuto al rispetto del patto di stabilità interno, che il saldo finanziario di cassa dell’anno 2004 non potrà superare al 31/12/04 l’importo di Euro 683.242,00 pari al saldo finanziario 2003 aumentato dell’1,7%. Informano ancora che: è stato presentato alla Ragioneria provinciale dello Stato il prospetto relativo al saldo finanziario di cassa per il 2004 articolato per trimestri; con i dati in loro possesso si prevede che, con il pagamento delle spese obbligatorie e le riscossioni delle entrate proprie che si avranno fino al 31/12/04, l’Ente non potrà rientrare nei limiti imposti dalla legge. “Il non rispetto del patto di stabilità – concludono – porterà l’Ente alle seguenti penalità per l’anno 2005 previste dall’art.29 della Legge 289/02: divieto di assunzione di personale, di mutui e di riduzione del 10% rispetto all’anno 2001 delle spese per l’acquisto di beni e servizi”. Evidenziano, infine, la particolare situazione del Comune che, pur avendo una liquidità soddisfacente e sufficiente per fronteggiare i pagamenti per i servizi essenziali, non può effettuare spese per rientrare nei limiti dettati dalla legge. Fanno presente ancora che esiste un impegno pluriennale di Euro 28.217,59 annuo previsto per il 2004 e da prevedere nel Bilancio 2005, per la costruzione dei campetti sportivi polivalenti.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”