Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Delegato il Sindaco per partecipare alla conferenza di servizi.

Già il Consiglio comunale con delibera n.24/99 aveva aderito al Prusst Calidone. Poi, a seguito di un bando molti cittadini hanno aderito a tale iniziativa. Successivamente, con atto deliberativo n.117 dell’8/04/02 è stato preso atto delle disposizioni per la stipula dell’accordo Quadro (art. 11 D.M. 1169/98). L’Amministrazione civica, visto che in base all’art. 5 della bozza di accordo Quadro si individua la possibilità di procedere secondo quanto disposto dall’art. 34, comma 4 del Decreto Legislativo 267/2000, vale a dire che tale sottoscrizione equivale a concessione edilizia in variante allo strumento urbanistico; viste le richieste dei cittadini tendenti ad ottenere la concessione edilizia per i lavori inseriti nel Prusst; visto che l’iter amministrativo per il procedimento per varianti alle strumentazioni urbanistiche vigenti prevede come atto finale la Conferenza dei servizi; ritenuto opportuno conferire delega al Sindaco per la stipula dell’accordo di programma in base alla legislazione vigente in materia; ha deliberato. Sull’argomento ha relazionato ampiamente il presidente del Consiglio, dottor Leonardo Pappone, nell’ultima seduta. L’Assemblea, poi, ha preso atto dell’iter amministrativo per il rilascio del permesso a realizzare degli interventi pubblici e privati inseriti nel Prusst in applicazione delle norme. Infine, il Consiglio ha conferito delega al sindaco Donato Agostinelli per la stipula dell’accordo di programma, anche in base alla delibera regionale della Campania n.4854 del 25/11/02. Alla deliberazione è stata data immediata esecutività a seguito di separata votazione. Presenti in Consiglio erano 16 consiglieri: 14 hanno espresso voto favorevole; per la minoranza si è astenuto il consigliere Boffa, mentre votava contro il consigliere Di Ionno.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”