Oggi ricorre la festa di San Michele Arcangelo: nella tradizione ebraica e cristiana, angelo e arcangelo, patrono del popolo ebraico.

Come principale avversario di Satana, il Santo ha assunto la funzione di difensore delle anime al momento del giudizio. La sua figura campeggia in tutte le visioni: dall’Apocalisse, in tutti i giudizi finali dipinti attraverso i secoli. Oggi ricorre la festa di San Michele Arcangelo: nella tradizione ebraica e cristiana, angelo e arcangelo, patrono del popolo ebraico. Come principale avversario di Satana, il Santo ha assunto la funzione di difensore delle anime al momento del giudizio. La sua figura campeggia in tutte le visioni: dall’Apocalisse, in tutti i giudizi finali dipinti attraverso i secoli. Il ciclo delle sue storie orna le porte bronzee del Santuario sul Gargano. L’Arcangelo appare, inoltre, in numerosi polittici e pale: si ricordano il trittico di Dresda di Van Eyck, il polittico del Sassetta nella Chiesa di San Domenico a Cortona, la pala di San Barnaba del Botticelli (Firenze, Uffizi) e i due dipinti di Raffaello oggi al Louvre. A San Bartolomeo in Galdo, dopo che il 19 settembre scorso è iniziata una Novena in onore di San Michele, nella giornata odierna nella Chiesa Madre di San Bartolomeo Apostolo, alle ore 8.30 ed alle 11.00, si celebrano due Messe. Alle 18.00 è prevista la processione con la statua del Santo per le vie principali del paese, accompagnata dalla banda musicale Città di Roseto Valfortore. Al ritorno, nella Chiesa Madre ci sarà un’altra celebrazione eucaristica con panegirico. Seguiranno i fuochi d’artificio.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”