Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

PanoramaL'idea di base, della scuola calcio As Fortore è stata sempre quella di rendere concreti valori quali l'unicità dell'esperienza calcistica, la tutela e la protezione dei tesserati, la professionalità dello staff, il divertimento dei ragazzi, ma soprattutto la loro crescita sportiva.

Il tutto all'insegna dei colori locali. Questi sono stati e sono tutt'oggi i principi che ispirano i dirigenti della scuola calcio di S. Bartolomeo, primo fra tutti il presidente Michele Del Re, coadiuvato da Michele Viglione, Matteo D'Andrea, Michele Ruggiero, Michele Mazzilli e tanti altri, che ritagliano parte del loro tempo lavorativo da dedicare ai tantissimi ragazzi militanti nella scuola calcio. Ma accanto all'attività di dirigente, vi è soprattutto quella formativa, che prevede l'insegnamento della tecnica calcistica ed il comportamento. A questo aspetto ci ha da sempre pensato Leopoldo Bibbò, considerato da tutta la collettività locale e quella dell'interland, il punto di riferimento reale, cui, i tanti genitori affidano i loro figli. Ed i risultati di questa attività sportiva, tradotta in fiducia, e portata avanti tra mille difficoltà, non stentano a vedersi. Prova ne è l'aver conquistato svariati titoli provinciali e regionali, traguardi importanti che giustificano ampiamente dedizione, passione e competenza. Obiettivi come l'ultimo, l'aggiudicazione del titolo provinciale allievi che vede i ragazzi dell'AS Fortore tra i primi della classe nel campionato molisano. Risultato che è sinonimo di lavoro sia individuale che di gruppo, misto a sacrifici e purtroppo anche a defaillance da parte di alcuni ragazzi che evidentemente non mostrano passione e dedizione ma solo passatempo. Nonostante ciò Del Re e compagni profondono tanto impegno a favore di una giusta causa: quella di offrire ai ragazzi del posto la possibilità di imparare a giocare a pallone e di calcare un campo di calcio in maniera ufficiale distogliendo la loro attenzione da segnali trasversali che portano a devianze sociali. Questi i calciatori allievi, Palombo, Viglione, Pepe, De Bellis, Circelli, Brita, garofano, Reino, D'Egidio, Bianco, D'Arrissi, Spallone, Bibbò e Guari.

di C.A. da "Il Mattino"