TITOLI INSULTANTI: MA LA SI CHIAMI “FOTTUTINA” E AMEN!!!
La chiamavano “Fortorina” quando neppure arrivava a Pietrelcina. Hanno continuato a chiamarla “Fortorina” quando non è arrivata neppure a S. Marco dei Cavoti, che è “Tammaro” o, al massimo e con denominazione poco convincente, “Pre-Fortore”. Hanno insistito anche dopo le proteste dei Sindaci del vero Fortore e l’ironia del nuovo nome da loro appioppato ai tronchi costruiti (a stento una metà?) la “Pescolina”. Ma a Benevento sono veramente, come direbbero a Roma, “di coccio”. Allora, perdonate la volgarità, che non è nel mio stile e nel mio linguaggio, ma la battezzo io. Chiamatela col suo vero nome: LA “FOTTUTINA (DEI FORTORINI)” e non se ne parli più! (“Quanne ce vò’, ce vò'”, disse il Vescovo!). Il nome è appropriato e ci sta bene, perché almeno registra una verità! 
Possibile che a Benevento siano così insensibili e ottusi da non rendersi conto che ogni volta che chiamano “Fortorina” quella strada e “Fortore” i paesi da Pietrelcina a S. Marco, ai veri fortorini si rivoltano le budella, viene l’orticaria, hanno un travaso di bile e diventano gialli e lividi per l’itterizia? Perché si tratta di un vero falso storico-geografico, nato chi sa come e da chi e mantenuto anche spesso in malafede! 
Dopo tutte le ingiustizie, gli abbandoni e i furti, anche il furto continuo e con scasso di nome e identità dobbiamo tollerare?

Prof. Augusto Colucci