6.3 C
San Bartolomeo in Galdo
mercoledì, 29 Novembre 2023

Acquista la tua casa a San Bartolomeo in Galdo a partire da solo 1 euro

San Bartolomeo in Galdo 1656: la peste falciò 700 persone.

La peste travolse il paese di San Bartolomeo come un ciclone.

Colpì tutti, senza distinzione di censo. Colpì i sacerdoti, di don Bartolomeo Colella non abbiamo più traccia, colpì i benestanti, colpì gli artigiani, colpì i contadini.

I morti venivano trasportati di notte fuori le mura, e inumati frettolosamente in fosse comuni nella vicina chiesa di San Rocco.

Morirono prima 10 persone, poi 100, poi altre 100, e 100 ancora. Ci fu chi pensò che fosse arrivata la fine del mondo. Ci si affidò alla Madonna e soprattutto in quei giorni convulsi si ritrovarono, quanto casualmente non lo sapremo mai, le sacre reliquie del Beato Giovanni da Tufara.

Chi più di colui i cui monaci vollero la nascita del nostro paese, poteva consentirne la sopravvivenza.

La gente pregò con forza la Beata Vergine e il Beato Giovanni. A fine ottobre la peste sembrò rallentare i suoi effetti nefasti, il 14 novembre giorno della festa del Beato Giovanni, i fedeli tirarono, forse troppo presto, un sospiro di sollievo. Per l’intercessione del Beato Giovanni e della Beata Vergine avevamo ottenuto un miracolo.

I morti in poco meno di due mesi, furono circa 700, il 40% della popolazione, San Bartolomeo si riprese demograficamente solo a fine secolo.

La popolazione ringraziò il Santo ordinando a Napoli un reliquario d’argento che potesse contenerne degnamente le ossa.

Il reliquario è posizionato ancor oggi nell’abside della Chiesa Madre. Negli ultimi tempi la figura di San Giovanni Eremita, sta riacquistando l’importanza che merita nelle nostre comunità.

“In anno 1656 fuit pestis in hoc regno, et defunere sunt septecentum persone utriumque sexus in mense septembris, octobris et propter eorum multitudine in hoc libro scribere non propter intercessionem Beata Virginis, Beati Joannis [eremitas?] die nativitatis cessavit pestis”

Nell’anno 1656, in questo Regno, ci fu la peste e sono morte 700 persone di qualunque sesso nei mesi di settembre e ottobre, e proprio per la loro moltitudine in questo libro non sono stati scritti, e proprio per l’intercessione della Beata Vergine, San Giovanni (eremita?) il giorno della natività cessò la peste

Articoli Correlati

Rispondi

Meteo SBiG

San Bartolomeo in Galdo
cielo sereno
6.3 ° C
6.3 °
6.3 °
88 %
4kmh
4 %
Mer
10 °
Gio
12 °
Ven
16 °
Sab
15 °
Dom
8 °

Consigli per la lettura