Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Finalmente a San Bartolomeo in Galdo si potranno effettuare esami radiologici digitalizzati e mammografie. E’ quanto ci ha comunicato il dottore Mino Ventucci commissario straordinario dell’Asl Bn1 che ha sottolineato il suo impegno per potenziare le prestazioni sanitarie nel Fortore.

“Abbiamo inoltrato regolare richiesta alla regione – ha detto Ventucci – per dotare S. Bartolomeo di un mammografo e digitalizzare la radiologia, viste le numerose richieste da parte dell’utenza. Sarà anche nostra premura sollecitare il ripristino delle ore di specialistica soppresse per pensionamento dei medici”. Ad esultare è in modo particolare Antonio Bozzelli, presidente del Coordinamento Tutela Salute del Fortore nonché coordinatore di Cittadinanzattiva, che ha sempre denunciato la mancanza di adeguata attrezzatura e medici e il carente funzionamento del presidio di S. Bartolomeo. “Sono felice per la bella notizia – ha detto Bozzelli – e mi auguro che non resti una delle tante lasciate a metà. Ma soprattutto intendo ringraziare il Mattino per aver dato ampio spazio alle nostre istanze che sono poi le istanze di un popolo che è in perenne attesa di cambiamenti positivi e di diritti spesso negati quali una sanità d’avanguardia e rispondente alle necessità collettive ed individuali. Vivere in questo lembo di terra che ci fa essere Campani di residenza, Molisani e Pugliesi di adozione perché grazie gli ospedali di Campobasso e Foggia riusciamo a sentirci sicuri e vicini in caso di bisogno estremo è molto difficile ecco perché è necessario avere servizi in loco.”  

fonte: samnium.info