San Bartolomeo in Galdo. Dammi i soldi o dico tutto a tuo marito, le aveva scritto in quel messaggio. Un sms che lei aveva letto con comprensibile timore, ma al quale non aveva ceduto. Ecco perchè aveva denunciato il mittente: un 45enne (all’epoca) di San Bartolomeo in Galdo che il gup Maria Ilaria Romano ha rinviato a giudizio, questa mattina, con l’accusa di tentata estorsione. Difeso dall’avvocato Vincenzo Casamassa, è stato chiamato in causa da una vicenda andata avanti fino al marzo 2010. Secondo la ricostruzione che ne hanno fatto gli inquirenti, iniziata quando lui, utilizzando generalità false, aveva stretto un’amicizia su facebook con una donna più giovane di qualche anno.
Lei aveva accettato di buon grado, forse nella speranza, neanchee tanto recondita, che potesse nascere qualcosa di concreto con quella persona vista in foto sul social network. Era stata allettata dall’idea di avviare un relazione con quell’uomo di bell’aspetto e dai modi cortesi. Avevano iniziato a parlare, poi lui, all’improvviso, aveva accennato a difficoltà economiche con le quali doveva fare i conti. Per questo le aveva chiesto alcune somme di denaro che la sua interlocutrice gli aveva versato senza battere ciglio. Convinta che prima o poi lui gliele avrebbe restituite.
Non era accaduto, ma fino ad allora la situazione non aveva preso la piega che lei mai avrebbe immaginato. Era rimasta di sasso quando sul display del telefonino era comparso un sms dal contenuto inequivocabile. Parole con le quali l’imputato avrebbe cercato di spillarle altri soldi, minacciando di rivelare al coniuge l’esistenza del loro legame. Inevitabile l’imbarazzo, superato con la decisione di rivolgersi alla magistratura per non sottostare a quella pretesa. Di qui l’inchiesta e, ora, il processo, che partirà il prossimo 26 gennaio.

Fonte: ottopagine.it