“Considerato lo stato di abbandono e gli appelli accorati finiti sempre nel dimenticatoio, invito i miei concittadini, ma anche tutti coloro che vivono nei comuni dei Monti Dauni a non andare a votare il prossimo 4 marzo”. E’ l’ennesimo grido che si alza da Roseto Valfortore, comune dauno al confine col Sannio beneventano, da parte della sindaca Lucilla Parisi, dopo che la stessa prima di Natale aveva allertato la Provincia e l rappresentanti politici ad intervenire per mettere in sicurezza le strade di accesso al paese. “Non ne possiamo più. Ora basta!”

Fonte: teleradioerre.it