Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

Padre Matteo Agostinelli è nato il 19 luglio del 1940 a San Bartolomeo in Galdo. Ha studiato teologia dai Salesiani di Don Bosco, prima a Roma e poi a Messina. Nel 1968, a 28 anni è stato ordinato Sacerdote. Nel 1969 parte come missionario Salesiano per la Repubblica Sudafricana. È partito per l’Africa con un impegno preciso e con una dedizione totale, annunciare il Vangelo di Gesù, espandere una Chiesa che sarebbe stata più bella se tinta di un bel tratto di nero. Ha portato Gesù nelle baraccopoli e nelle capanne di paglia, ha insegnato a leggere e a scrivere a migliaia di bambini neri, è stato sempre tra i più poveri, dove c’era bisogno si è rimboccato le maniche e si è dato da fare, non si è tirato mai indietro neanche nelle situazioni più difficili. Un uomo esile nei lineamenti e semplice nel modo di porsi agli altri, ha dato la vita a Dio e al continente nero. Alla base della sua scelta di vita c’è una scelta di fede: “Ho creduto a Cristo, sono stato conquistato dal suo messaggio di amore e ho seguito il suo comando di andare in tutto il mondo a predicare il Vangelo a ogni creatura”.
È stato per 12 anni nel cuore verde delle montagne del Lesotho, poi a Johannesburg dove attualmente vive. Della vita missionaria dice “Ha una ricchezza di gioie e una fecondità che poche altre vite conoscono”.