Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

A San Bartolomeo in Galdo, da qualche anno, gli automobilisti si mostrano tra i più indisciplinati, rasentando l’anarchia in disprezzo alle più elementari norme del codice stradale.

Il compito di far rispettare la disciplina automobilistica, purtroppo, è affidato a due soli vigili urbani che pare abbiano un bel da fare per garantire l’ordine pubblico nel perimetro del centro urbano. Fortunatamente ad affiancare i due vigili vi è la compagnia dei carabinieri che garantisce la sicurezza, ma restano pur sempre pochi i vigili per un paese che conta oltre cinquemila abitanti. Dopo l’immatura scomparsa dei vigili Agostinelli e Marcasciano, il passaggio a compiti d’ufficio di Buccione, furono immessi al servizio due nuovi vigili, Martini e Ferro. Il primo da quest’anno è in pensione il secondo affianca Delle Donne. La passata amministrazione aveva manifestato la volontà di aumentare i posti di vigili urbani ed espletare anche il concorso da comandante. Alcuni concorsi, per la copertura di posti a vigile urbano, riservati al personale interno, hanno fatto sì che chi avesse un terzo livello passasse al sesto, in quanto vincitore di concorso. Intanto però il nuovo vigile non c’è quindi le guardie municipali restano ancora due. Giorni fa è stato espletato un altro concorso per vigili urbani. Anche questa volta vi hanno partecipato solo impiegati comunali che lo hanno vinto aumentando così di livello. Aumenterà quindi a breve il numero dei vigili urbani? Questo è quello che si augura la cittadinanza costretta a vedere ambulanti che occupano le carreggiate stradali con cassette di frutta, continui passaggi di auto in pieno centro e lungo strade, come il corso, con tanto di divieto di transito, e ingorghi di automobili in alcuni tratti del centro urbano. La colpa non certo dei due vigili, i quali fanno già tanto per mitigare i disagi causati dal traffico cittadino, sarebbe opportuno invece che il commissario prendesse atto della cosa magari affiancando ai due vigili quelli vincitori dei concorsi. Sarebbe una delle soluzioni più immediate per avviarsi verso la definizione di un grave problema. Crescono infatti malumori e anche la crescente richiesta da parte dei cittadini di maggiori garazie, che sarebbero assicurate proprio da un maggior numero di vigili impegnati nella tutela dell’ordine pubblico con i dovuti controlli in materia di polizia municipale. La mole di lavoro alla quale attualmente sono sottoposti due soli vigili urbani andrebbe a dividersi con altri assicurando così un efficiente servizio.

di C.A. da “Il Mattino”